Ore 21:00 sagrato della chiesa di S. Maria di Pieve di Rosa – ingresso libero
(in caso di maltempo: teatro comunale di Camino al Tagliamento)

Al tramonto, gli scrittori friulani raccontano le terre di Risorgiva.
Direzione artistica Luca De Clara
Reading letterario a cura della compagnia Zerotraccia APS
Improvvisazioni musicali di Marco Bianchi e Geremy Seravalle
Regia di Monica Aguzzi

L’acqua sarà la protagonista della seconda tappa del nostro viaggio. Un viaggio fatto di parole che vogliono aprire squarci di suggestioni e di sogno.

Sono le parole degli scrittori, di quelle anime del territorio che hanno cantato il Friuli delle Risorgive. Nievo, Bartolini, Giacomini e altri ancora… Prosa, poesia, novelle, romanzi e racconti con un unico legame: raccontano dell’acqua, di quanto l’acqua sia vitale per questo territorio, di come l’abbia plasmato e di come ancora lo tagli con le sue vene gonfie.

Ma anche di uccellini, creature misteriose e avvertite dagli occhi curiosi; di alberi, boschine, radure sabbiose e stradelle che si perdono nel nulla; di sassi d’un bianco abbacinante, filari ordinati, casali nella nebbia e albe gelide e infinite.

Lasse pierdi, frut,
doman ti svearà un franzél,
zirli d’avrîl, un’âtre lûs,
âtris suspîrs, un nulì bon, doman...

(A. Giacomini)
L’antica chiesa di S. Maria di Pieve di Rosa – XV sec.